close
Filoncini al farro con le noci: nuvole di fragrante piacere che coccolano il palato e alim...
Senza categoria

Filoncini al farro con le noci: nuvole di fragrante piacere che coccolano il palato e alimentano l’orgoglio

NON VOGLIO CEDERE ALLA PASTA MADRE! Non sono pazza, tranquilli (beh, insomma, un pochino…..). Generalmente è quello che mi ripeto, come un mantra, quando vedo pani meravigliosi ed è quello che dico abitualmente quando qualcuno mi esorta a lasciarmi andare a questa creatura dal cuore pulsante. Non mangio tanto pane, contollo l’assunzione di carboidrati, non faccio pizza in casa e i lievitati mi vengono benissimo con il lievito madre secco. Poi però sforno pane a gogò, impasto dolci a lunga lievitazione, sfoglio crackers in tutte le versioni. MA IO NON CEDO!! Sì, forse sono proprio folle, ma questa cosa un po’ mi piace (qualcosa in più di “un po’”). Quello che vi sto presentando oggi è in assoluto il miglior pane di sempre. Il toscano, con cui deliziai mio padre e che mi valse la nascita del blog, lotta e si difende caparbiamente, ma questa soffice nuvola fragrante, delicata, avvolgente, è una coccola che riempie il palato e l’orgoglio!! Le fasi dell’impasto lasciavano presagire un grande successo, ma si sa, le considerazioni si possono trarre solo a lavoro finito. E a lavoro finito…. le mie deliziose papille gustative sono impazzite di gioia, e le ospiti, per cui questo pane è stato creato, pare abbiano gradito ampiamente. Dal momento che l’articolazione dell’impasto è stato un mio capriccio, frutto di una valutazione estemporanea, ho voluto dare forza, con una farina importante, solo nella fase del pre impasto, utilizzando soltanto farine speciali nella seconda fase. La lunga lavorazione mi ha sostenuto nella lavorazione. La pazienza è essenziale. E il risultato non è mancato!! Insomma, ora dite che cederò alla pasta madre? Io continuo a dire NO, PER FAVORE NO!! ^_^

Ingredienti

Per il pre-impasto
20 g di malto di riso
80 g di acqua
65 g di farina di Manitoba
4 g di lievito madre secco (Antico Molino Rosso)

Per l’impasto
245 g di farina di farro bianca
65 g di farina di segale Jurmano
12 g di lievito madre secco
6 g di sale
210 g di acqua
15 g di olio evo
50 g di gherigli di noci

Sciogliere il malto di riso in 80 g di acqua tiepida. Nel caso in cui la temperatura fosse superiore, lasciatela raffreddare fino a farle raggiungere i 27°. Setacciate la farina e mescolate il lievito madre.
Aggiungeteli all’impasto, lavorando velocemente fino ad ottenere una pastella non troppo amalgamata. Lasciate lievitare per un’ora e mezza. Io ho lasciato tutto nel boccale in cui ho impastato.
Preparate, nel frattempo, tutti gli altri ingredienti. Setacciate le farine e unitevi il lievito madre. Quando sarà trascorso il tempo di lievitazione, iniziate ad aggiungere poca farina alla volta.
   Impastate con cura e pazienza, versando l’acqua per mantenere morbido l’impasto. Questa lavorazione mi ha richiesto 6 minuti buoni. Quando avrete ultimato l’aggiunta di acqua e farina, inserite il sale e continuate ad impastare. Solo quando sarà ben incorporato all’impasto, unite l’olio a filo e a più riprese. Lavorate bene l’impasto fino al totale assorbimento dell’olio, prima di procedere con l’aggiunta dell’altro. E quando lo avrete terminato impastate fino a quando si sarà amalgamato tuttio perfettamente. L’impasto dovrà essere molto elastico e, seppur morbido, dovrà staccarsi bene dalle mani. Dovrete sentirlo incordato e forte.

Versate la pasta in una terrina unta con un po’ di olio, coprite con un foglio di pellicola trasparente e lasciate lievitare fino al raddoppio. A me ci sono volute 2 ore, in forno con la sola lucina accesa.
Quando la pasta sarà lievitata, versatela su una spianatoia infarinata. Aiutandovi con le dita delle mani, sgonfiatela leggermente e allargatela in un rettangolo non troppo sottile.
Fate attenzione a coprire bene la superficie con la farina, altrimenti vi si appiccicherà rovinosamente al piano di lavoro.
A questo punto coprite la superficie con i gherigli di noci spezzettati grossolanamente.
Arrotolatela partendo da uno dei lati minori, cercando di chiudere bene su se stesso l’impasto.
Lavorate leggermente il salsicciotto appena ottenuto, allungandolo un po’. Dividetelo in 4 pezzi. Attorcigliate su se stesso ciascuno di questi. Non sarà facile mantenere la forma, perché tenderà a riaprirsi, ma non demordete e lavoratelo, magari a più riprese.
Trasferite ciascun filoncino su una teglia, coperta da carta forno e spolverizzata con della farina. Lasciateli lievitare ancora un’ora circa.
Portate il forno alla temperatura di 200° e infornate. Abbassate a 190° e lasciate cuocere 40 minuti.
Se fosse necessario, e solo dopo la mezz’ora di cottura, girate la teglia per rendere la cottura omogenea. Ormai conosco il mio forno e so quali sono i suoi difettucci. Abbiate cura di valutare le caratteristiche del vostro!!

Sfornate i vostri filoncini e, dopo esservi stupiti della loro leggerezza, lasciateli raffreddare.
Vi garantisco che ci vorrà poco tempo, per cui potrete resistere!!

La croccantezza della crosta raccoglie una soffice nuvola di mollica leggera e fragrante. Le noci danno quel tocco in più, che rende tutto ancor più magico!!

Resistere a questo pane per me è stato…. IMPOSSIBILE!!
Provare per credere!!


  1. Bonjour :* Mmmmh che profumino 🙂 Favoloso alle noci, complimenti è veramente splendido!

    24 Gennaio

    • Buongiorno dolcezza!!!!! Grazie, è veramente il mio piccolo capolavoro ^_^
      Un abbraccio grande! Buona giornata.

      24 Gennaio

  2. Tesoro questo pane è una favola!! Continua pure col lievito secco che il risultato è perfetto!!! Io del resto ho fatto sempre come te, poi mi sono lasciata sedurre dal lievito madre e ho provato partendo da zero….sono stata fortunata e la cosa è andata benissimo…per un po'! Dopo qlc mese mi sono annoiata e, nonostante i bellissimi risultati, ho buttato tutto e ri-comprato il lievito madre secco!!! 🙂

    24 Gennaio

    • Ahahahahahah, eppure so, conoscendomi, che cederò e che…. sarà una rovina, ahahahahah!!
      Un abbraccio tesoro, grazie!

      24 Gennaio

  3. perchè non vuoi fare la pasta madre?secondo me tu che già fai dei lievitati buonissimi, ti verrebbero ancora più buoni e naturali.nel lievito madre essiccato, c'è comunque una parte di lievito chimico.io l'ho usato quello secco come te, fino a settimana scorsa, domenica farò la pizza (solo per il mio lui fra l'altro perchè io sono ancora in detox crudista)….ma per la prima volta con la pasta madre!ebbene si, ho ceduto.ho iniziato il 5 gennaio e rinfresco dopo rinfresco…è nata!boh, chissà cosa verrà fuori.sono tra il curioso ed il preoccupato.vedremo.
    comunque il tuo pane alle noci è mooolto goloso.poi in sti giorni che sono in astinenza di cibi solidi, ne mangerei una forma intera adesso.
    un bacione e buon fine settimana (sempre che tu non pubblichi qualche altra delizia).

    24 Gennaio

    • So bene che è presente una percentuale di lievito chimico, ma ho paura di creare una dipendenza da lievitati che poi, da sola, non potrei gestire ^_^ Io a "regime" ci sono tutto l'anno!! Il pane lo faccio solo quando ho invitati a casa ^_^
      Comunque aspetta ancora un pochino e vedrai…. ho già individuato la spacciatrice (perché farmelo da sola, per ora, proprio no!!).
      Un abbraccio cara e buon weekend. Non penso di pubblicare altro prima di lunedì, ahahahahah!!

      24 Gennaio

  4. Erica, è favoloso!! Complimenti!!

    24 Gennaio

  5. ma scusa Erica, e questo stupendo pane non la mandi a Panissimo? ma che stiamo scherzando?
    sei sicura che non vuoi la pasta madre? ma il licoli? lievito in coltura liquida di facile gestione? (te lo puoi scordare in frigo per un mese…) io fossi in te ci penserei, comunque!
    baci
    Sandra

    24 Gennaio

    • E mi sa che ci penserò, ahahahahahah!!
      E' sempre un piacere vederti qui ^_^ Grazie!!

      24 Gennaio

  6. Cedi cedi cedi cedi…… 😀 E' bellissimo questo pane!!!! Un bascione!

    24 Gennaio

    • Grazie Patty!!!!!!!!!!! Ahahahahah, credo che presto cederò ^_^
      Un bacione anche a te.

      24 Gennaio

  7. Wow! ! Devo farlo assolutamente! ! Ha un aspetto fantastico! ! Bacio e buona giornata 😀

    24 Gennaio

    • Grazie dolcissima creatura!! Provalo assolutamente, magari te lo studi con Roberta ^_^
      Un bacione e buon weekend!

      24 Gennaio

  8. Pane con le noci già di suo è il mio preferito…. con la farina di farro poi……

    24 Gennaio

    • E' prelibatissimo Angel!! Da provare.
      Quante cose dovremmo "farci assaggiare"? Ahahahahahah
      Un bacione!

      24 Gennaio

  9. a dir poco eccezionale questo pane!!!non l'ho mai fatto con le noci solo perchè qui non piacciono nei dolci o nei pani, dovrò sostituirle tenendo la base! buonissimo we.

    24 Gennaio

    • La base è sofficissima e fragrante. Le noci danno un tocco in più, ma anche senza questo pane è eccezionale! Provare per credere!!
      Un bacione Fede, grazie!

      24 Gennaio

  10. converiti!!! :-p scherzi a parte io invece non ho mai usato il lievito secco per pane o lievitati in genere, se non è conservato bene perde efficacia e butti tutto,..preferisco la pasta madre che coltivo -.- oppure pocchissimo lievito di birra e lievitazione lenta sempre meglio 😉 ottimo cara perfetto!

    24 Gennaio

    • Ti dirò, io non ho mai buttato alcun impasto e mi sono sempre riusciti alla perfezione (come lievitazione, intendo). Forse per questo che non mi sento di cedere.
      Ma so che cederò : )

      24 Gennaio

  11. Uhuhuhuh ma che bello soffice!!!!Adesso voglio provare anche io a fare il pane con farine alternative……….sempre…tempo permettendo ovvio…….Un saluto ara…a presto!!!

    24 Gennaio

    • In un paio di cosette sono stata la tua musa ispiratrice: vuoi che non lo possa essere sul pane e sui lievitati? Magari con la farina d'orzo? Preparati….. qualcosa bolle in pentola! ; ))

      24 Gennaio

  12. semplicemente una meraviglia!! Farro, noci… la perfezione 🙂

    24 Gennaio

  13. Cedi.. cedi.. cedi!!!! Te lo dice una che è passata dal lievito di birra secco.. a usarne solo gr. 1 per ottenere impasti più digeribili.. poi son passata al lievito madre secco.. risultati leggermente migliori.. ma con la pasta madre.. c'è qualcosa in più nei lievitati… il gusto.. il sapore.. Dai.. cedi!!!!!!! intanto ottimo il tuo pane di oggi.. baci e buon w.e. 🙂

    24 Gennaio

  14. Che dire… sei troppo brava!

    24 Gennaio

  15. Fr@

    Eh anch'io ancora resisto, anche se so che il gusto è un'altra cosa.
    Il tuo pane con le noci è una nuvola.

    24 Gennaio

  16. Sai io ero come te…in fondo ho sempre pensato di essere soddisfatta di quello che ottenevo col lievito madre secco, che già da risultati migliori del semplice lievito di birra…ma poi mi son lasciata convincere e complice un buon liquido di governo delle mozzarelle di bufala ho iniziato la mia storia col mio Pupetto (il mio lievito medre)…sai, i risultati sono ottimi ma quello che ti convincerà è sicuramente il sapore del pane…non ti so spiegare ma effettivamente è più buono, più digeribile….non oso immaginare poi tu cosa potresti tirar fuori se ti saltasse il pallino del lievito madre!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Questo pane è semplicemente favoloso…se poi ci metti anche le noci…io svengo!

    24 Gennaio

    • Scusa!!! 😛
      Ho dimenticato i saluti e la firma…

      Un abbraccio grande e buon fine settimana
      monica

      24 Gennaio

    • Anche senza firma, sarei stata certa fossi Monica ^_*
      Grazie per l'incoraggiamento. Vedrai che cederò ; )) E poi mi dirai se sarò all'altezza!
      Buon fine settimana anche a te, mia cara. Un grande abbraccio

      24 Gennaio

  17. fantastiche queste pagnottine!!! il pane è il Re della tavola!!!!

    24 Gennaio

    • Ben detto Mimma, concordo in pieno!
      Un abbraccio, buon fine settimana ; ))

      24 Gennaio

  18. Beh, il mio sonno sarà sicuramente beato, questa notte! I colori del tuo impasto sono altamente rilassanti e confortanti 🙂
    E quelle morbide e profumate nuvole…
    'notte, splendore!
    P.s. Corri a fare il lievito madre! Sarà il tuo ennesimo successo!

    24 Gennaio

    • ^_^ Se mi garantirai che mangerai le mie creazioni più che volentieri!! ; ))

      25 Gennaio

  19. Sai bene che la mia passione x il lievito madre e i suoi prodotti è smisurata quindi non sono proprio d'accordo con te..sono certa che se tu provassi il suo sapore non sapresti + tornare indietro!
    L'abbinamento farro e noci è tra i miei preferiti e questi filoncini racchiudono un gusto unico!
    Buon we cara <3
    la zia cOnsu

    25 Gennaio

    • Ma io non lo metto in dubbio!! Non mi frena l'incertezza del sapore o del risultato, solo la dipendenza che la pasta madre crea!! Io non mangio lievitati……
      ; )) Bacione dolcezza!

      25 Gennaio

  20. provo una certa invidia per chi sa panificare bene come te, magari mi venisse così bene il pane, bravissima ! Buon weekend !

    25 Gennaio

    • Con tutto quello che sai fare bene, Chiara!!!!!! Il pane ce lo metto io, dai ; ))
      Un abbraccio grande!!

      25 Gennaio

  21. Complimentoni per il tuo blog , per tutte le altre ricette che ho viso e per questo pane…buonissimo.
    E' un piacere conoscerti ..mi sono unita ai tuoi lettori..
    Baci .
    Incoronata

    25 Gennaio

    • Benvenuta cara, mi fa molto piacere!! I complimenti da chi ha mani magiche come le tue fanno sempre molto piacere.
      Buona domenica, ciao!!

      25 Gennaio

  22. Wow, che spettacolo! *__*

    25 Gennaio

  23. Ciao Erica, ė la prima volta che commento. Di solito il pane lo usiamo per accompagnare una pietanza, in questo caso accompagna se stesso di quanto sarà gustoso. Complimenti!

    25 Gennaio

    • Ciao Ornella, è un piacere leggerti ^_^ Grazie!!
      Questo pane può benissimo essere assaporato senza companatico, è vero. E' buono e fragrante di suo ^_^
      Un abbraccio e buona giornata.

      26 Gennaio

  24. erica oh mamma che pane favoloso non ho parole complimenti

    26 Gennaio

  25. FAVOLOSI Erica, Favolosi!

    26 Gennaio

  26. Fantastico davvero… Non ci credo che non lo hai mangiato…

    26 Gennaio

    • Eccome se l'ho mangiato!!! Mezzo filoncino è partito solo in fase fotografia, ahahahahahahah!!

      27 Gennaio

  27. Buongiorno cara, sai una cosa?? Io la penso esattamente come te? Diciamo NO alla pasta madre 😉
    Non sono una che vive di lievitati, diciamo che vado a periodi, ma la pasta madre "viva" non fa per me, quella essiccata va benissimo, come va benissimo questo tuo pane! Ha un aspetto davvero formidabile, ben lievitato, ben cotto…ho un'acquolina…

    27 Gennaio

    • Ahahahahahah…. non facciamoci sentire troppo in giro, se no ci diseredano, ahahahahahahahah!!!! Scherzo, ovviamente. In fondo faccio ciò che sento di desiderare e di potere. Cederò quando sarà il momento. Per ora va benissimo così ^_*
      Grazie cara, un grande abbraccio.

      27 Gennaio

  28. Mamma mia ma sei bravissima! questi panini sono delle nuvole di bonta'! complimenti!!!!

    27 Gennaio

  29. Che panini buonissimiiiiiiiiiii
    complimenti!
    Tanto per curiosità…hai ceduto poi alla pm?
    bacibacibaci

    7 Luglio

    • No, ancora non ho ceduto ^_^ Ho ancora una sorta di ansia 😀
      Grazie, un bacione.

      7 Luglio

  30. Scusa la domanda ma come mai quest'ansia?
    E' perchè poi sei costretta a tenerla in vita o perchè non mangi i lievitati?

    7 Luglio

    • Un po' per tutte due le cose. Mi "obbligherebbe" ad avere una certa regolarità con la preparazione di lievitati e io non ne mangio così tanti. Anzi! ^_^

      8 Luglio

Lascia una risposta a Letizia Cicalese Click qui per cancellare la risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM FEED

Follow on Instagram