close
Saccottini d’orzo al cioccolato: la strada dei sapori rustici che appaga cuore e pal...
Senza categoria

Saccottini d’orzo al cioccolato: la strada dei sapori rustici che appaga cuore e palato

Mi piacciono le farine rustiche. Quelle integrali. I semi. Tutte quelle cose che non renderanno mai un impasto sfogliato. Ma non posso farne a meno. Credo che, nel momento stesso in cui ci si accosti alla fragranza di certi alimenti, sia difficile separarsene. Perché quando dico integrale, la componente integrale deve superare almeno il 60% del totale. Perché quando dico pochi grassi, la quantità non deve mai andare oltre la metà di quella proposta tradizionalmente. Perché quando dico salutare, devono esserci solo ingredienti che diano il loro apporto nutrizionale prezioso. Perché quando dico senza zucchero, sfrutto la dolcezza naturale di altri ingredienti. E tutto questo mi piace. Tutto questo va oltre una sfogliatura. Tutto questo mi riempie di entusiasmo e soddisfazione. Questi saccottini sono certo lontani da quei meravigliosissimi bocconcini francesi, lo so. Ma sono morbidi, sono fragranti, sono ruvidi da intrappolare senza scampo quel cioccolato fuso, sono rustici da togliere il fiato e riempiono naso, occhi e palato di puro piacere. E sono senza uovo ^_^

Ingredienti

130 g di farina di Manitoba biologica
55 g di farina d’orzo (io Baule Volante)
125 g di farina d’orzo integrale (io Bongiovanni)
25 g di semi di lino
12 g di lievito madre secco (io Antico Molino Rosso)
220 g di latte di soia
85 g di malto di riso bio
40 g di olio di semi di soia
1 pizzico di sale
130 g di cioccolato fondente
15 g di margarina + 50 g per la sfogliatura

Tritate (o pestate in un mortaio) i semi di lino. Unite le farine e il lievito e mescolate rendendo tutto uniforme.
Unite il malto di riso e mescolate grossolanamente. Versate poco latte di soia alla volta e impastate. Aggiungete il sale e, a filo, l’olio di semi di soia. Lavorate a lungo l’impasto, in modo da favorire la formazione della maglia glutinica.

Quindi mettete l’impasto in una ciotola, copritelo con un foglio di pellicola trasparente e lasciate lievitare fino al raddoppio in un luogo tiepido. A me ci sono volute 5 ore.
A questo punto riprendete l’impasto e lavoratelo ancora, su una spianatoia infarinata, per qualche minuto. Mettetelo nuovamente nella ciotola, copritelo, e lasciatelo lievitare per un paio d’ore. Dovrà nuovamente gonfiare e diventare soffice.
Trascorso il tempo necessario, infarinate la spianatoia e stendete la pasta in un rettangolo. Copritene 2/3 con la margarina ed effettuate la prima piega a tre, iniziando dalla parte di impasto libera dalla margarina. Avvolgete l’impasto nella pellicola e lasciatelo riposare in frigo per circa 45 minuti. Riprendete l’impasto e stendetelo nuovamente. Praticate un’altra volta la piega a tre e fatelo riposare nuovamente in frigo. Trascorsi i 45 minuti ripetete l’operazione, questa volta con una piega a quattro (prima a metà in un verso, poi a metà nell’altro). Fate riposare l’impasto ancora per 45 minuti.

Nel frattempo prendete il cioccolato e tagliatelo, a coltello, in piccole scaglie. Tenetele da parte.
Quando la pasta sarà printa, stendetela in una sfoglia spessa non più di un centimetro. Tagliatela in rettangoli alti circa 10 centimetri e lunghi circa 20.
Sistemate alle estremità di ciascun rettangolo qualche scaglia di cioccolato, quindi arrotolate le due parti verso il centro.
Sistemate i saccottini su una teglia coperta da carta forno e fateli riposare per un paio d’ore. Se, come me, voleste lasciarli tutta la notte per averli pronti da infornare al mattino, metteteli in frigorifero.
Accendete il forno e portatelo alla temperatura di 190°. Spennellate i saccottini con del latte di soia o con dell’albume. Infornateli e fateli cuocere per 30 minuti, controllando che non scuriscano troppo e che la cottura sia uniforme.

Sfornateli e lasciateli intiepidire. Quindi assaporatene tutta la deliziosa fragranza.

Quella gocciolina di cioccolato vi conquisterà e l’intenso sapore rustico non vi farà desiderare altro.


  1. Carinissimi!!!
    Buona giornata

    23 maggio

  2. Adoro le farine rustiche!!
    Buona giornata Erica.
    Ciao,
    Tiziana

    23 maggio

  3. Adoro anch'io, come te, le farine integrali, sarà il colore e il sapore rustico… ma non posso farne a meno!
    I tuoi saccottini sono deliziosi… non sai quanto ne vorrei uno… !!!
    Bacioni cara!

    23 maggio

    • Esattamente…. quell'incontro di sapori e colori…. come non comprenderti! Passa quando vuoi, ce n'è a volontà ^_^
      Un bacione a te dolcezza.

      23 maggio

  4. Capisco cosa intendi.Quando ci si avvicina a sapori gustosi è difficile separarsene 🙂 Io adoro semini e farine integrali. I semini, in particolare, li metterei ovunque. Ho ancora impresso nella mente un pane che adoravo quando vivevo ad Argenta, fatto con farine integrali e semi misti, morbidissimo e che adoravo spalmato con un velo di marmellata biologica. Ancora non sono riuscita a rifarlo, ma ci proverò e ce la farò, lo so 🙂 Intanto questi ce li vedo degni sostituti 😀

    23 maggio

    • Io questa la chiamo consapevolezza, e mi piace moltissimo. Grazie per aver portato in queste parole il tuo ricordo e il tuo pensiero. Sei un'anima speciale cara Paola.
      Un abbraccio grandissimo.

      23 maggio

  5. Ale

    bellissimi e golosissimi saccottini…me ne mandi uno per la colazione???? mmm…

    23 maggio

  6. Non ho mai visto niente di più rustico e fragrante al tempo stesso… Mi ritrovo in tutte le affermazioni che hai fatto, anche io non posso fare a meno dell'integrale e del non tradizionale! Tu hai racchiuso in una meravigliosa colazione delle cose buonissime.. ti abbraccio <3

    23 maggio

    • Sapere che un'anima come la tua mi comprende… beh, è un piacere che dà valore ai principi di questa colazione. Grazie di cuore dolce Leti!!
      Ti abbraccio forte anche io

      23 maggio

  7. Eccomi da te e…anche tu come me appassionata di cucina naturale, ottimi questi saccottini (io uso tantissimo l'orzo!!) Ti seguo volentieri 😉 Un bacio!

    23 maggio

    • Ma che bella sorpresa, Yrma!!! E' divina questa farina, vero? Un vero incanto…. è tra le mie preferite: il suo aroma conquista prima ancora dell'assaggio ^_^
      Grazie di cuore per essere passata da me.
      Un abbraccio grande.

      23 maggio

  8. Lo sai che non passavo da un bel pò di tempo da te, perdonami….ho passato un periodaccio, ma leggerti per me è sempre un piacere! queste ricette sono sempre ben accolte da chi come me adora le farine particolari e i semini aggiunti agli impasti (hai presente vero??)

    23 maggio

    • ^_^ Grazie per questo splendido pensiero. Non è il tempo, non è la distanza: sei qui e mi rendi felice. Spero che il tuo periodaccio si finito e che possa avere un po' di tregua.
      Ti ringrazio per le belle parole e, in quanto a farine speciali e semini vari…. come non aver presente???? Sono la mia vita ^_^
      Un bacione grande.

      23 maggio

  9. Sei sempre un vulcano di idee Erica…bellissimi questi saccottini e devono essere davvero ottimi..mi devo segnare la ricetta. Buona giornata e buon fine settimana. Un abbraccio.

    23 maggio

    • Grazie dolce Elisa. Provali e vedrai che ne rimarrai estasiata ^_^
      Un bacione.

      23 maggio

  10. Sono d'accordo con tutto quello che hai scritto…per me integrale tutta la vita anche se qualche volo sorvolo per via degli uomini di casa…soprattutto del grande
    Consiglio per la sfogliatura (anche se hai scritto bene non verrà mai come quella con farine raffinate)… L'impasto che poi pieghi a libro e la margarina o burro che si dica devono avere la stessa temperatura e devono essere freddi!
    Io un morso…anche due…ce lo darei volentieri
    Un bacio e buona giornata

    23 maggio

    • Grazie per il preziosissimo consiglio. Limpasto lo metto a riposare in frigo e la margarina è fredda, anch'essa. Con farine forti viene perfetta, la sfogliatura. Qui il grasso viene letteralmente assorbito dalla farina ^_^
      Buona giornata anche a te Silvia, un bacione.

      23 maggio

  11. Bellissimi!! Brava Erica, sto aspettando alcune farine integrali tra cui orzo e farro, vediamo se le saprò utilizzare bene come te!!
    Un bacione!!

    23 maggio

    • Oro e farro sono le mie farine preferite ^_^
      Attenderò le tue evoluzioni ^_^
      Un bacione Silvia!!

      23 maggio

  12. Carissima… ti invito nel mio blog a ritirare se ti fa piacere il Lovely blog award che ti ho assegnato! Buona giornata!
    http://ilnuovopiaceredeisensi.altervista.org/plumcakes-al-cioccolato-al-latte/

    23 maggio

  13. Questa farina d'orzo che mi hai fatto scoprire e' davvero fantastica………l'ho ricomprata giusto ieri………Parlando di farine rustiche….hai mai provato quella di Solina?Io l'ho scoperta per caso da naturasi…….e ci ho fatto il pane in passato…..ieri ho fatto dei biscotti…senza burro e senza uova…….sono eccezionali !!!!Se ti capita di trovarla ti consiglio vivamente di prenderla…….Un bacione……Micol

    23 maggio

    • Non l'ho ancora mai provata. L'ho sempre e solo sentita nominare, ma mi tengo a distanza dal negozio bio da un po' 🙁
      Ora dovrò tornare a fare scorta di tante cose che finito e la guarderò, prezzo permettendo.
      La farina do'orzo è eccezionale, vero? Allora ora vedrò di rimediare e proporre anche io qualcosa con quella di soline.
      Grazie dolcezza, un bacione.

      23 maggio

  14. Che carina la forma, mi piace molto! Io pure cerco di utilizzare farine rustiche, semi, eliminare uova, zucchero, burro ecc…non sempre riesco e talvolta certi alimenti sostituiti costano di più rispetto a quelli classici, ci tento, serenamente, tu sei molto brava, attenta, ti prendo a esempio, ho molto da imparare, intanto mi pregusto un saccottino con il cioccolato fuso! buon week end, bacissimi!

    23 maggio

    • Confesso che la farina particolare costa non poco, ma sto affinando la ricerca, prediligendo acquisti consapevoli e meritevoli. L'alimentazione è qualcosa che ho particolarmente a cuore, lo sai. Cerco di seguire principi sani e i risultati ci sono tutti.
      Grazie per le tue splendide parole. Sei un tesoro.
      Un bacione, a presto e buon weekend.

      23 maggio

  15. Appena finito da leggere il tuo racconto, mi è venuta l'acquolina in bocca. Saranno buonissimi !!! Ciao e a presto !!! 🙂 Claudia

    23 maggio

  16. mmm…buonissimi davvero! La farina d'orzo la vorrei provare anche io…

    23 maggio

    • Io la trovo incantevole, come tutte le farine particolari: profumate, saporite, ricche!
      Grazie Simo, un bacione.

      23 maggio

  17. Mio Dio questi saccottini…!!!! Che delizia! Si fanno mangiare con gli occhi e non oso immaginare cosa non sia sentirne il profumo e goderne del sapore. Bravissima, Erica!! Ricetta sana e ricca di gusto!!!!! Buon w.e.!

    23 maggio

    • ^_^ Ma che onore, mia bella Riccia ^_^
      Grazie di cuore per questo entusiasmo, che mi riempie di gioia. Benvenuta e…. assaggia pure, ce n'è per tutti!!!!
      Buon weekend anche a te, ciao.

      23 maggio

  18. Erica, ne voglio unoooooooooooooooooooooooo!!!!!!!
    Me-ra-vi-glio-siiii!!!

    :)))))))))))))))))

    23 maggio

  19. Fr@

    Piacciono molto anche a me gli impasti rustici. Devono essere deliziosi.

    23 maggio

  20. oggi giornata intensa, finalmente sono riuscita a leggere la ricetta …. ammazzate!!!! Devono essere una bomba, troppo buoni e poi, come dico io, tutta salute!!!
    Bella zia Erica… aspettiamo il pacco con i saccottini! ;-))))
    buon week end!

    23 maggio

    • Ahahahahahah, il pacco con tanto di zia, però ^_^
      Grazie Manu, un bacione!!

      23 maggio

  21. Vedi che sei bravissima con gli impasti?
    🙂

    23 maggio

    • Forse chiedevo troppo alle mie farine. Invece mi sarei dovuta ricredere sulla loro caratteristica, dimenticando la forza!! E la sfogliatura ^_^

      23 maggio

  22. Buonissimi i tuoi saccottini. Ciao erica ti abbeaccio

    23 maggio

  23. Che golosi questi saccottini così rustici, con quel ripieno al cioccolato lo sono ancora di più…brava!!!
    Bacioni…

    23 maggio

    • Sì, qui vince proprio il sapore rustco. Queste farine le adoro ^_^
      Grazie Ely, un bacione.

      23 maggio

  24. Non potresti trovarmi + d'accordo 😀 Questi saccottini mi fanno sognare 😀
    Buon we cara <3

    23 maggio

    • Tesoro so bene che tu puoi capirmi ^_^
      Grazie zietta, sei un angelo!!
      Buon we anche a te.

      23 maggio

  25. wow che meraviglia!!! che bontà :)) grazie per la ricetta e complimenti per il blog! buon weekend :))

    23 maggio

    • Ma grazie Andrea e benvenuto ^_^
      Che piacere!!!! La tua passione…. come non condividerla ^_^ Io ne ho fatto il mio lavoro ;))

      23 maggio

  26. Cara Erica, sei sempre un pozzo di idee!! C'ispiri con le tue ricette sempre equilibrate e attente dal punto di vista nutrizionale!! Ci piacciono le tue sperimentazioni con queste farine integrali:)
    Buonanotte, un bacio!

    23 maggio

    • ^_^ Bello sapere che si apprezzi l'aspetto salutista della creazione di un piatto. Grazie per questa sensibilità.
      Un abbraccio e buon weekend.

      24 maggio

  27. Dici che questi saccottini sono lontani da quelli sfogliati…ma io sinceramente li preferisco !! Se li avessi qui davanti a me anche a quest'ora tarda…li divorerei 😀 😀 !!!!! Non credo che tu possa scrivere un libro ….ma una collana di libri..siiiii !!!!!!!!!!!!!! Buonanotte cara Erica. Bacione 😉

    23 maggio

    • Ahahahahahah, addirittura una collana!!! Dovrei avere, quanto meno, qualcuno che mi aiuti nell'assaggio, perché solo per una boccuccia da sfamare arriverei appena al fascicoletto, ahahahahahahahah.
      Grazie dolcissima Roby, buona domenica.

      24 maggio

  28. grazie per essere passata da me, complimenti anche al tuo blog ricco di ricette straordinarie.
    a presto!!!
    Nereide

    24 maggio

  29. Ideali per la colazione…ma talmente invitanti che ne vorrei uno adesso!!!! Buonissimi Erica e come sempre super in gamba nell'equilibrare i sapori 🙂

    24 maggio

    • Colazione può essere in qualsiasi momento della giornata, no? ^_^
      Bacio e buona serata. Ciao.

      24 maggio

  30. Le tue ricette sono sempre ricercate, beato chi le può assaporare dalle tue manine!! Questi sono dolci preziosi! che bontà! 😀

    25 maggio

  31. Ti ho già lasciato il mio pensiero su queste meraviglie? Non ho controllato, ma se mai ne scrivo un altro 🙂 Intanto, ormai avrai capito che sono la tua persecuzione ^_^
    Sì, ma poi che posso scrivere che non abbia già lasciato nero su bianco? Anche se ogni volta rimango rapita ed estasiata dalla tua magia, arrivo già preparata al manifestarsi di una meraviglia!
    Baci, tesorino.
    Tua MG

    25 maggio

    • Ma stella!!! Ahahahahahah, che dolce che sei! Mi fa sempre molto piacere trovarti tra i commenti. So che tu vai sempre oltre, ma averti qui, magari anche in una replica, mi riempie sempre di gioia.
      Grazie tesoro, un bacione.

      26 maggio

  32. Approvo in pieno questi dolcetti, sani e rustici come piacciono a me! Brava 😉

    25 maggio

    • Eheheheh, non nutrivo grandi ducci, Alice ^_^
      Grazie di cuore. Noi sappiamo bene che certe cose sono buonissime ^_^

      26 maggio

  33. Che sana bontà *-* i tuoi gusti si avvicinano moltissimo ai miei… Grazie di cuore per tutte le volte che sei passata da me 🙂

    26 maggio

    • Io passo e lascio un'impronta quando trovo qualcosa che mi attrae. Tu mi sei piaciuta tutte le volte in cui sono passata (e molte sono certa di essrrmele anche persa ^_^).
      Grazie a te, Sara, un abbraccio.

      26 maggio

  34. WOW!!! sono una festa anche solo a vederli!!! che brava!!! :)))

    27 maggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM FEED

Follow on Instagram