close
Il capriccio domenicale e l’idea di una piadina
Senza categoria

Il capriccio domenicale e l’idea di una piadina

Non so esattamente come sia successo. Ci sono cose che avvengono senza che se ne comprendano i meccanismi. La domenica sera ha iniziato ad essere il momento piadina. Sarà perché è veloce e sfiziosa? Perché è un peccato di gola da piazzare nell’angolino, in fondo alla settimana, dove un dettaglio passa inosservato? Non lo so, ma certo è che ha iniziato ad essere sinonimo di cena della domenica. E come abitudine non mi dispiace affatto! Non si tratta di una versione classica. Amo le farine “speciali” e mi piace mischiarle tra loro. Amo il sapore dell’integrale, anche se toglie l’originalità ad un piatto. Amo gli accostamenti insoliti. Amo uscire dal convenzionale. E, soprattutto, ci provo sempre!

Ingredienti piadina
35 g farina di manitoba (0)
65 g di farina di orzo
15 g di margarina
1 pizzico di sale
1 pizzico di bicarbonato
acqua q.b.

Ingredienti farcitura di zucchine
1 zucchina
sale
noce moscata
paprika dolce
pepe
olio evo
1/2 mozzarella light

Ingredienti farcitura di spinaci
10 foglie di spinaci
sale
noce moscata
paprika dolce
pepe
olio evo
1/2 mozzarella light
Mischiate velocemente e grossolanamente le due farine, il sale e il bicarbonato. Aggiungete la margarina e, continuando a mescolare, la quantità di acqua sufficiente a formare un impasto compatto, ma non troppo morbido. Formate un panetto e mettetelo in un canovaccio a riposare. Sarà sufficiente un’ora, ma io, visto che non mi faccio mai mancare nulla, l’ho lasciato 4 ore in perfetta tranquillità. Nel frattempo preparate le farciture. Pulite, lavate e affettate sottilmente per il lungo la zucchina. Grigliatela e ponete ciascuna fettina su un piatto. Cospargete con sale, noce moscata e un filo di olio evo. Lavate gli spinaci e cuoceteli a vapore per non più di 5 minuti. In questo modo le foglie rimarranno piuttosto corpose e non si sfalderanno.

Prelevatene una decina e, stendendole su un piatto, condite anche loro con sale, noce moscata e olio evo (poco, mi raccomando!). Affettate, quindi, la mozzarella e conditela con pepe e paprika dolce.

E’ ora di comporre tutto. Riprendete l’impasto e dividetelo in due. Iniziate a lavorare una parte, stendendola su una spianatoia infarinata. Lo spessore dipenderà dal vostro gradimento. Quelle che vi mostrerò le ho fatte di due spessori diversi: più alta quella con gli spinaci, più sottile quella con le zucchine. Date una forma tonda alla sfoglia. Non importa se i bordi non saranno regolari: sarà opera delle vostre mani e sarà buonissima nella sua imperfezione!! Mettete sul fuoco la padella cuoci piada e quando sarà molto calda adagiatevi la prima sfoglia. Tenete il fuoco moderato e girate la piadina ogni minuto, in modo da farla cuocere uniformemente senza che si abbrustolisca troppo.

Con la sfoglia ancora sul fuoco, abbassate la fiamma e procedete alla farcitura: prima la verdura,  poi la mozzarella. Io lascio scaldare un po’ il formaggio, a questo punto della preparazione, sempre a fuoco basso, affinché fonda meglio quando la chiudo. Ricordate comunque che è questine di poco……la fiamma è sempre accesa e la piadina è ancora a rischio bruciatura!!!! A questo punto la piadina è da ripiegare. Anche qui il vostro gusto detterà legge. Io generalmente la arrotolo, lasciandola ancora qualche secondo sulla fiamma: in questo modo la sfoglia prenderà bene la forma e non si aprirà nel piatto, e la mozzarella risulterà filante.

1.

Le mie versioni proposte prevedono l’utilizzo di verdura, ma potrete sbizzarrirvi con affettati, sottaceti e tutto ciò di cui siete ghiotti.

1. E’ la versione con l’impasto più spesso: gli spinaci hanno un gusto deciso ed ho preferito accostarlo ad una sfoglia più corposa.
2.
2. Con le zucchine ho steso la sfoglia sottile. I tempi di cottura saranno leggermente inferiori.


  1. bella idea con la farina d'orzo, me la segno mette l'acquolina!! ^_^

    6 maggio

  2. Ciaooo…ce buona la piadina…per me la domenica sera è cena americana con hamburger, patatine, nuggets e birra..ihihi!!!
    A parte questo…bellissimo blog…coplimenti…
    mi unisco ai tuoi lettori..
    se passi da me sei la benvenuta…
    http://zuccheropandizucchero.blogspot.it/
    a presto…eli

    13 maggio

  3. Bella l'idea di unire le farine e anche il condimento… ma il nome piadina mi suona un po' inappropriato in questo caso.
    Per il resto complimenti, davvero.
    A presto

    10 luglio

    • E' l'idea di una piadina….. lontana anni luce dalla vera piadina….. ma per me è stato come se lo fosse ^_^

      10 luglio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM FEED

Follow on Instagram