close
Cotolette di melanzane in panatura aromatizzata ai semi misti: il passaparola virale delle...
Senza categoria

Cotolette di melanzane in panatura aromatizzata ai semi misti: il passaparola virale delle buone abitudini

Confesso che fu colpo di fulmine. Quando Laura presentò le sue cotolette di melanzana, non capii più nulla: in un attimo feci mente locale su quanto avessi in dispensa e nell’attimo successivo mi trovai a preparare queste delizie. Che, nel tempo, ho replicato.
La prima volta fu in occasione di una cena che necessitava la praticità itinerante. Un appuntamento di lavoro che mi avrebbe tenuto occupata fino a tardi e 40 minuti di strada per tornare a casa. Come ottimizzare i tempi? Vi illustrai tutto, ricordate? Dissi che erano la fine del mondo, anche fredde. Ma dissi che avrei voluto riprovarci e gustarle calde, appena sfornate. Ecco, l’ho fatto, e nel farlo ho approfittato dell’occasione per documentare tutto e parlarvene nel dettaglio. Amo l’estate per molti prodotti stagionali, le melanzane sono tra questi. Sono versatili, si prestano a preparazioni differenti, a differenti aromatizzazioni. Differenti per forma, consistenza, contestualizzazione. E sono superbe nella forma di cotoletta. Assolutamente sane e ricche di preziosi nutrienti. Senza uova, ma ricchissime di proteine, grazie alla presenza di farina di ceci e semi. Senza glutine per la presenza del pangrattato di riso. Leggere per la cottura in forno, che evita fritture varie. Saporite grazie all’aggiunta di erbe aromatiche.
Ringrazio Laura, da cui ho preso ispirazione, vi suggerisco l’assaggio e vi invito a farvi portavoce di questa ricetta, in un passaparola che conquisterà i palati meravigliando le papille gustative di chiunque ^_^

Ingredienti

1 melanzana striata
5 foglie di salvia
1 cucchiaio di semi di lino
1 cucchiaio di semi di sesamo
1 cucchiaio di semi di zucca
1 cucchiaio di pangrattato di riso
1 cucchiaio raso di lievito alimentare (se non lo aveste, omettetelo)
2 cucchiai di farina di ceci
sale rosso di Cipro
pepe mix creolo
noce moscata
acqua q.b.

Lavate la melanzana e asciugatela. Affettatela un fette spesse circa un centimetro. Sistematele, a strati, in un colino, cosparse di sale rosso. Schiacciatele con un peso e lasciatele a riposo per qualche ora, in modo che perdano il liquido di vegetazione e rimangano dolci.
Nel frattempo preparate la pastella stemperando la farina di ceci con poca acqua alla volta. Salate e insaporite con pepe e noce moscata e continuate ad aggiungere acqua fino ad ottenere una crema piuttosto liquida (ma non troppo). Copritela, spostatela in frigorifero e lasciatela risposare.
Quando le melanzane saranno pronte, sciacquatele e tamponatele con un panno pulito, in modo da asciugarle bene.
   Lavate le foglie di salvia e asciugatele bene. Tagliatele con una mezzaluno, fino ad ottenere un composto molto fine. Versate i semi di lino, di sesamo e di zucca in un mortaio e pestate tutto fino ad ottenere una farina piuttosto spessa. Unite il pangrattato di riso, la salvia e il lievito alimentare, quindi mescolate e rovesciate tutto su un foglio di carta assorbente.
Riprendete la pastella, mescolatela bene e procedete alla panatura: immergete velocemente le fette di melanzana nella pastella di ceci, quindi adagiate ciascuna fettina sulla panatura. Premete leggermente (non troppo) con le dita, quindi girate e procedete anche dal lato opposto.
Sistemate le melanzane su una teglia coperta da carta forno e leggermente unta. Procedete fino a terminare tutte le fette.

Accendete il forno e portatelo alla temperatura di 200°. Prima di infornare girate le melanzane. In questo modo la parte che è rimasta a contatto con l’olio rimarrà all’esterno.
Cuocete per circa 25 minuti (in base alle caratteristiche del vostro forno potrebbe volerci anche meno), quindi estraete la teglia, girate le fettine e procedete per altri 20 minuti con la cottura.
Quando saranno belle dorate estraetele e servitele.
Io ho approfittato del forno acceso per preparare dei germogli di soia croccanti. Prima cotti velocemente al vapore, poi passati in pochissima farina di riso, quindi disposti su una teglia leggermente unta. Un pizzico di sale e via, in forno, facendo attenzione a smuoverli spesso e a non farli scurire troppo.
Servite tutto su un piatto da portata e mettete al centro del tavolo. Sono perfette da gustare come finger, magari accompagnate da una fresca salsa a base di yogurt, o di pormaggio cremoso, o un maionese veg come quella che ho proposto con le crocchette di batata dolce ^_^

Ma sono anche ideali per un pranzo on the road, per un pic nic, per uno spuntino in riva al mare. Insomma, sono versatili come neanche potete immaginare e sono buone da togliere il fiato.

Il piacere delle cose naturali e sane non ha confini. Aguzzate l’ingegno e divertitevi!!

E ricordate che una vita di benEssere è una vita felice!!


  1. Le melanzane sono adorabili in qualsiasi forma. La versione croccantosa conquista subito gli occhi, il cuore e il palato. Ma questo lo sai già 😉 Baciotti e buon inizio settimana 🙂

    13 luglio

  2. Le melanzane sono uno di quegli ortaggi che mi scatena la fantasia, devo ammettere però che fatte infette croccanti sono al primissimo posto della mia classifica! Se ci mettiamo una panatura sana e nutriente ed eliminiamo la frittura diventano un vero supercibo capce di curare corpo e spirito in maniera eccellente <3 brava come sempre mon amour! Manchi!!!

    13 luglio

    • Manchi anche tu, tesoro mio. Ho proprio bisogno di quelle forti emozioni……
      Grazie anima bella. Coccolarsi, anche in cucina, è essenziale ^_^
      Ti stringo forte.

      13 luglio

  3. …e vista la bella produzione che il mio orticello mi sta regalando, mi segno e sta sera si melanzaneggia alternativamente (in poche parole si mangeranno sempre melanzane, ma in modo alternativo!!!!)….ahahahahahah!!!

    13 luglio

    • Esatto, ahahahahahahahah. Mia mamma è arrivata con un bel carico di zucchine e sto elaborando qualcosa per….. zucchineggiare, ahahahahahahah.
      Brava, melanzaneggia alternativamente, che ne rimarrai colpita ^_^
      Un bacione tesoro.

      13 luglio

  4. Che bontà le melanzane.. e con una panatura ai semi devono essere strepitose! Ma io che devo fare se due verdure di punta di stagione quali peperoni e melanzane.. sono odiate da Riccardo?? grrrrrr Buona settimana 🙂

    13 luglio

    • Oh santo cielo!!!! Come si fa a vivere senza peperoni e senza melanzane?????? Io aspetto l'estate solo per loro, ahahahahahahahahah.
      P.S. Ho anche una cotoletta di peperone, pronta da presentare…. Immaginerò la tua espressione 😀
      Un bacio, buon lunedì!!

      13 luglio

  5. amo la melanzana
    è un frutto della terra che riempie di soddisfazione e di gusto…
    cotolettarla?
    potrebbe proprio essere una gran bella idea

    13 luglio

    • Un'idea che riempie di sfiziosità un ortaggio sano e gustoso, senza togliere le preziose proprietà naturali ^_^
      Grazie cara, ti abbraccio!

      13 luglio

  6. che bella idea, le proverò visto l'enorme carico di melanzane che ho nell'orto!! Buona settimana!!

    13 luglio

    • Eccerto…. un ottimo modo per ottimizzare le risorse ^_^
      Buona settimana anche a te Fede!!

      13 luglio

  7. Che dire… sono proprio invitante ! Immagino il buon gusto !

    13 luglio

  8. Sfiziosissime queste cotolette…. squisita l'impanatura!!!!

    13 luglio

    • Sì Simona, diversa e salutare. Sai che io ho sempre un occhio di riguardo per la genuinità ^_^

      13 luglio

  9. Fr@

    Le adoro le cotolette di melanzane e la tua versione con tanti semini mi piace, da provare.

    13 luglio

  10. tesoro scusa l'assenza ma in questi giorni e con questo caldo ho in casa gli operai per dei lavori di ristrutturazione, sono senza PC fisso senza linea telefonica e con metà casa imballata….un incubo !
    queste deliziose melanzane mi tirerebbero su il morale!
    baci
    Alice

    13 luglio

    • E io te le porterei di persona, pur di vederti sorridere ^_^
      Ti abbraccio forte, mia dolce creatura.

      13 luglio

  11. Ciao Erica, grazie per essere passata da me, sei tanto carina! 😉 In questo periodo, non riesco ad essere molto presente né sul mio, né sugli altri blog, ma vi penso sempre e mi mancate! In compenso ho fatto un incontro bellissimo con una foodblogger, Sabrina che è venuta in Puglia, e tutto questo mi ha riempito di gioia! Chissà se un giorno riuscirò ad incontrare anche te! :))
    Grazie per le melanzane, sono…energia in fette! :))) Giusto?
    Un abbraccio forte, cara Erica!
    Baci Rosa <3

    13 luglio

    • Sarebbe bellissimo poterti abbracciare, un giorno ^_^ E chi potrà sapere se un giorno…..
      Energia pura, mia cara. Sai che cerco sempre di ottimizzare gli alimenti estrapolando tutte le risorse possibili ^_^
      Grazie di cuore, io so che ci sei anche se non passi. A me manchi non nel tuo saluto qui, manchi nei tuoi piatti ^_^ Ma non ti dimentico!!
      Un bacione.

      13 luglio

  12. Wow Erica adoro la tua versione!!!! E qui hai creato un passaparola sano e meraviglioso!!!! Come le ricette possono entrano nelle case degli altri rubando sorrisi, lo scoppio di pupille gustative e condivisione!!!! 🙂

    13 luglio

    • Mi dico sempre: "se si possono diffondere notizie di ogni genere con il passaparola, perché non diffondere le buone abitudini?". E questo, lo sto imparando nel tempo, è decisamente gratificante. Dare in buon esempio è il primo, importante, passo ^_^
      Grazie Laura per questa dritta, sei magica.
      Un bacione.

      14 luglio

  13. Immagino che delizia quella panatura croccantina sotto i denti, è una splendida ricetta Erica, adoro le melanzane e ne faccio grandi scorpacciate!!!
    bacioni

    13 luglio

    • E' davvero sfiziosa, Ely. La dolcezza della melanzana e la croccantezza della salute ^_^ I semini sono perfetti!!
      Un bacione, grazie ^_^

      14 luglio

  14. Che delizia Erica!!! Io le faccio in panatura di erbe aromatiche, coi semi mi mancano, sono da provare subito!!! Grazie per l' ideaaaa!!! Un bacione!!!

    13 luglio

    • La prima volta che ho provato ad aggiungere i semi di canapa al pangrattato di riso sono rimasta meravigliata. I semi fanno parte della mia quotidianità e nelle panature, effettivamente, sono quel tocco che rende tutto perfetto ^_^
      Grazie cara, un bacione.

      14 luglio

  15. Davvero geniali ed alternative queste cotolette, del resto sono questi i pregi della nostra cuocherellona <3 Giusto ieri sera ho provato per la prima volta a fare le cotolette di melanzane, con panatura di pangrattato integrale ed erbe aromatiche e cotte in forno, io e mio marito siamo rimasti estasiati! La prossima volta voglio provarle anche con tanti semini, così deliziosi e salutari! Ti abbraccio forte cara amica ispiratrice :*

    14 luglio

    • Sì sì, Alice, vedrai che tutti questi semini vi conquisteranno!! Le cotolette di melanzana sono una favola, vero? Sfiziose, leggere, saporite e delicate. Insomma, la nostra cucina ci sorprende sempre.
      Un abbraccio meravigliosa creatura. Graize.

      14 luglio

  16. ottime, dicono che la regina dell'estate sia la zucchina ma per me è senza discussione la melanzana, versatile, perfetta in mille versione e con tutti questi semini e la nostra amata farina di ceci è eccezionale, sto lavorando per te…..

    14 luglio

    • Anche per me, seppur ami alla follia le zucchine, la melanzana rimane regina ^_^
      Gli ingredienti di questo piatto sono così semplici e salutari che vale sicuramente la pena ^_^
      Bene tesoro, non vedo l'ora di assaporare la tua proposta ^_^ Grazie di cuore, un bacione.

      14 luglio

  17. Ottima ricetta, leggera. Mi ha incuriosito anche il tuo modo di ripassare in forno i germogli oltre all'impanatura.

    14 luglio

    • Grazie Loretta. I germogli, grazie a quel passaggio in forno, acquisiscono una croccantezza decisamente sfiziosa 🙂 E se non ho il forno acceso, allora salto in padella ^_^
      Un abbraccio.

      15 luglio

  18. Questa è diventata la mia deliziosa cenetta di ieri sera!

    21 luglio

    • Raffaella!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Ma che piacere ^_^
      Mi sembra di intuire che ti siano piaciute ^_^
      Grazie per la fiducia, un abbraccio.

      22 luglio

  19. Avevo adocchiato queste melanzane ma non ricordavo di non averle commentate. Vabbè periodo un po' caotico.
    Buone, da provare anche queste.
    Vado a rimettermi in pari.
    Un abbraccio, stella!

    22 luglio

    • Ahahahahahahahahah, non dirlo a me: non so più dove sbattere la testa!! ^_^
      Grazie gioia mia, ti abbraccio forte.

      22 luglio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM FEED

Follow on Instagram