close
Uovo o non uovo: questo è il dilemma! Fino ad ora, forse.
Alimentazione sportiva

Uovo o non uovo: questo è il dilemma! Fino ad ora, forse.

E’ proprio vero: si cresce con degli schemi e ci si limita a delle credenze. Ma poi si scopre che…. non è proprio tutto vero quello a cui ti hanno sempre fatto credere!! Nei miei piatti d’infanzia, che fossero in frittata, all’occhio di bue, alla cocque o sode, le uova sono sempre state una per persona. E guai ad eccedere, perché poi chi lo tiene a bada il colesterolo! E il fegato: come lo preserviamo?

Proviamo a capire perché non è propriamente vera questa credenza e a sfatare il falso mito delle uova?

Il nostro corpo non è in grado di produrre tutti gli aminoacidi essenziali, motivo per cui occorre ricorrere ad alimenti ed integratori in grado di fornirli. Bene, tenetevi forte, perché vi sto per svelare una sorprendente chicca: le uova hanno tutti questi aminoacidi essenziali necessari al nostro corpo, e tutti in forma utilizzabile!! Formidabile? Certo, lo è. Ma potrebbe essere tutto qui? Potrebbe bastare questo a farci cambiare idee tanto radicate?

“E come la mettiamo con il colesterolo?”

Bene, sui 7 g di lipidi mediamente presenti in un uovo, il 25-30% è costituito da grassi saturi, mentre il 70-75% da mono- e polinsaturi. Il colesterolo, invece, è presente nella misura di 240 mg. DUECENTOQUARANTAMILLIGRAMMI. Non che ci sia molto da chiarire, visto che è evidente quanto la percentuale maggiore di lipidi sia rappresentata da grassi buoni! Ma qualcosa da precisare ci sarebbe: di quella percentuale di grassi saturi, presenti per circa 1/4 del totale dei lipidi, il 50% è rappresentato da acido stearico, che, nel fegato, viene trasformato in acido oleico, toh guarda, un grasso monoinsaturo.

“E il restante 50%, però, è colesterolo bello è buono!!”

Lo è. Esattamente è colesterolo esogeno, decisamente diverso dal colesterolo endogeno, cioè prodotto dal nostro corpo, cioè quello che, negli esami del sangue, ci terrorizza e ci lascia con l’ansia da esito!! Il colesterolo esogeno, infatti, influisce sul livello di colesterolo del nostro sangue nella misura dello 0.1-3%. In termini pragmatici cosa vuol dire? Che gli studi evidenziano quanto, mangiare fino a 4 uova intere al giorno, non determina alcuna influenza sui livelli di colesterolo ematico.

“D’accordo, le uova hanno grassi buoni, proteine e poi?”

E poi una serie di vitamine (del gruppo B, ma anche liposolubili come la A, la K, la D e la E), e il fosforo, e il calcio, il ferro, il selenio, lo zinco….. tutti elementi preziosi per il nostro corpo. E tutti insieme, in uno degli alimenti più ricchi e concentrati che esistano.

“Ma per mangiare 4 uova al giorno mi sa che devo scegliere uova da allevamento in gabbie!!”

Lo sapete bene che a questo dettaglio io presto attenzione. Tant’è che non vi suggerisco di mangiare 4 uova al giorno, tutti i giorni. E neanche 3, e neanche 2, tutti i giorni. Spesso la mia spacciatrice di uova, che ha una cascina vicino a casa mia, non riesce a soddisfare la mia richiesta perché…. le sue galline non hanno deposto!! Beh, quelle volte mangerò altro, no? Allora sappiate scegliere, sia per il rispetto nei confronti dell’ambiente, sia per quello nei confronti dell’animale, sia per la vostra salute e anche per il gusto del prodotto. E sappiate rinunciare, se la natura non riesce a soddisfare il vostro desiderio. Ma non rinunciate a questo alimento per la vostra salute, perché ci sono ben altre cose che la stanno distruggendo 🙂

“Però non è che possa mangiarle fritte!!!!!”

Beh, se proprio non sapete resistere, una volta ogni tanto concedetevele anche fritte. Ma alla fine i modi di cucinare le uova sono davvero infiniti. Chiaramente esula dalle casistiche la contestualizzazione dolciaria: mangiare una fetta di torta non vale!!!! 😀 Ma che sia sodo (e attenzione alla cottura!!!!! Se troppo cotte sono più difficili da digerire!!!!), o cotto a bassa temperatura, o alla cocque, o in frittatina, magari arricchita con semi, o barzotto, o strapazzato, o in omelette….. sbirciate qualche suggerimento (e seguite gli altri qui).

 

 

 

 

Contenuti ispirati deliberatamente al prezioso articolo della nutrizionista Wanda Rizza su www.oukside.com, che ringrazio per la cura della ricerca e per l’esaustività degli argomenti trattati. Seguite Oukside, non ve ne pentirete!!


  1. Diciamo che a casa mia uno dei ragazzi quasi ogni mattina si fa due uova e dice sempre che non è quello il problema del colesterolo, cosa che anche tu la confermi. I medici ti dicono di eliminarli proprio, ma non sai cosa più mangiare. Almeno qualche volta ci sta proprio. Buon weekend !

    28 ottobre

    • Erica Di Paolo

      In realtà, Claudia, non sono io a sostenerlo, ma degli studiosi che hanno approfondito l’argomento. Io ho semplicemente approfondito le mie conoscenze ed ho condiviso quanto appreso. Nel pieno rispetto della conoscenza dei medici, loro ti dicono di fare tante cose finalizzate a mantenere in auge la fabbrica farmaceutica, piuttosto che mettere in primo piano la nostra salute!! Ma è un punto di vista mio, come mia è la decisione di informarmi e di agire di conseguenza. E io le uova le mangio, eccome se le mangio. E il mio colesterolo è perfetto nei suoi valori 🙂
      Quindi lascia che il tuo ragazzo inizi la sua giornata con grassi buoni e proteine, che è un buon inizio!! 😛
      Buon weekend anche a te.

      29 ottobre

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM FEED

Follow on Instagram