close
Cheesecake al basilico e avocado con base di lupini
Fieno greco - Gluten free - Né carne né pesce - Secondi - Spirulina - Veg & vegetariano

Cheesecake al basilico e avocado con base di lupini

Altrimenti detta: la mia rivoluzione alimentare!!
Che io ami la cheesecake, non l’ho mai nascosto. Che un tempo, quasi, ne abusassi, è una certezza. Che abbia iniziato a farne a meno propendendo per un’alimentazione meno carica di grassi, è un dato di fatto. Che stia rivalutando questa scelta è la mia nuova tendenza. Allora cheesecake a tutto spiano!! 😀
In un percorso formativo utile a dare vita al mio nuovo progetto, mi sto approcciando a teorie, studi, metodologie che fino a poco tempo fa mi avrebbero fatto drizzare i capelli. E oggi, invece, arretro di fronte ad un frutto, o ad un biscotto (home made, comunque), o ad uno yogurt magro, preferendo un pezzetto di formaggio o uno yogurt intero e naturale. Energia vera, senza picchi glicemici e senza pesantezza. Sono stata io stessa la cavia 🙂 Non tornerò al burro, questo no, per un discorso di gusto, e non cederò al mascarpone, per lo stesso motivo, ma non guarderò più con astio quanto eccede da un cucchiaio di olio extravergine, quando preparerò le mie pietanze. Insomma, il nostro cervello è materia grassa e di grassi ha bisogno. Con cognizione, selezionando materie buone, impariamo quanto il vero problema di oggi sia l’industrializzazione del cibo e il meccanismo sviluppato a nostro discapito per renderci dipendenti da questi stessi alimenti. Punto. Potrei dare vita ad un panegirico pazzesco su questo tema, ma non è il momento, né il luogo adatto. Vi dico solo che, con questa cheesecake, i sensi di colpa davvero svaniscono. Solo grassi buoni, ponderati e ben equilibrati con proteine e carboidrati (quelli buoni, che non sono zuccheri!!). E poi il risultato è la precisa espressione della mia idea originaria. Immaginate quanta sia la soddisfazione…… Affondiamo la forchetta?

Ingredienti
Per la base
160 g di lupini puliti
20 g di burro di arachidi (per me home made)
10 g di olio di cocco
fieno greco q.b.
cumino q.b.

Per la crema di formaggio
120 g di caprino fresco
230 g di yogurt greco naturale
50 g di feta
15 foglie di basilico fresco
60 g di avocado
pepe q.b.
4 bacche di cardamomo
50 ml di bevanda vegetale (per me di avena)
3 g di agar agar

Per la copertura
1 zucchina
50 g di avocado
1/2 limone
spirulina q.b.
20 foglie di basilico fresco
sale rosa q.b.
1 cucchiaio di olio evo
1 cucchiaio di semi di chia
1 cucchiaio di semi di sesamo
1/2 cucchiaino di olio di semi di sesamo

Inserite i lupini puliti in un minipimer. Unite il burro di arachidi, l’olio di cocco, gli aromi e frullate, a più riprese, fino ad ottenere una crema compatta. Trasferitela in una taglia tonda (di 18 cm di diametro) e schiacciatela bene sul fondo.
Trasferite la teglia in congelatore per mezz’ora circa. Nel frattempo preparate la crema di formaggio.
Frullate lo yogurt con i due formaggi. Aggiungte il pepe, i semi delle bacche di cardamomo precedentemente pestati nel mortaio e polverizzati e il basilico. Frullate nuovamente, fino a rendere in basilico perfettamente sminuzzato e amalgamato alla crema. Tagliate l’avocado a dadini e unitelo al formaggio. Frullate nuovamente, fino ad ottenere una crema liscia.
Stemperate l’agar agar nel latte e portatelo a bollore. Fate sobbollire per un paio di minuti, quindi versate tutto nella crema di formaggio e amalgamate bene.
Versate il composto sulla base di lupini, quindi mettete in frigorifero la teglia. Lasciatela per almeno un paio d’ore.
Tagliate a dadini piccoli 2/3 di zucchina e l’avocado. Preparate un’emulzione con olio evo, olio di semi di sesamo, sale, spirulina, succo di mezzo limone e basilico tagliato finemente al coltello. Condite la dadolata di zucchine e avocado, unite i semi di chia e di sesamo e lasciate marinare per almeno un’ora.
Estraete la teglia dal frigorifero, trasferite la cheesecake su un piatto da portata e copritela con le zucchine marinate.
Decorate a piacere e servite.
Soffice, delicata, avvolgente, leggera. Rinfresca il palato, rinfranca lo spirito e conquista all’istante.
Ovvio che potrete omettere quegli ingredienti astrusi come fieno greco e spirulina, e anhe l’olio di semi di sesamo. Ma il suggerimento è quello di tenervi questi superfood in dispensa, che tanto male non fanno. Anzi 🙂


  1. Ha un aspetto davvero meraviglioso e seguirò questa tua “rivoluzione” alimentare con grande interesse ^_^

    12 luglio

    • Erica Di Paolo

      Ne arriveranno delle belle 🙂
      Grazie zietta mia!!

      12 luglio

  2. Eccolaaaaaaaaaaaaaaa… che particolare nella sua base.. ma anche nella farcia con l’avocado!! Mi piace da matti..baci e buona domenica 🙂

    16 luglio

    • Erica Di Paolo

      Potrei essere io, se non fosse “strana” e “non convenzionale”? 😀
      Grazie stellina, ti abbraccio forte!!
      Ma….. Rughetto come sta? 🙂

      17 luglio

  3. Ottima ricetta cara Erica e ottimi spunti di riflessioni! Io sono sempre stata contraria al light, allo scremato e allo 0% grassi, le manipolazioni industriali per ottenere questi prodotti li snaturano e li privano anche delle parti buone! Come al solito, sei un mito. Ti abbraccio 😉

    19 luglio

    • Erica Di Paolo

      Esatto Silvia, ho imparato questa grande nozione 🙂 Proprio ieri mi confrontavo con un nutrizionista e argomentavo sul poco sano del light industriale. Confesso di aver ormai eliminato lo yogurt light (che sentivo, peraltro, terribilmente dolce) sostituendolo con yogurt naturale intero, che verifico non abbia zuccheri aggiunti. Cheddire? Energia pura!!
      Grazie Silvia per il tuo supporto. Per me è importante 🙂

      21 luglio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM FEED

Follow on Instagram