close
Crackers di riso profumato con aromi e semi misti: quel tutto che potrebbe essere, ma anch...
Gluten free - I salati - L'accompagnamento - Preparazioni base - Salse e basi - Vivere vegan

Crackers di riso profumato con aromi e semi misti: quel tutto che potrebbe essere, ma anche no

Vorrei essere più costante. Vorrei dare una maggiore continuità a questo blog. Vorrei essere più regolare. Ma anche no.
Sono così. Ho impostato la mia vita su una libera gestione del tempo e, tolta la necessità di rispettare un orario di lavoro extra, seguo il mio istinto e le esigenze del mio corpo. E della mia testa. Ho provato a dare un nuovo inizio a questa pagina con la mia ultima pubblicazione, ma non sono riuscita a lasciare quell’impronta di regolarità. Di cose pronte per essere condivise ne ho molte, perché in fondo l’abitudine alla buona alimentazione e alla continua ricerca non è mai stata interrotta. Ma non voglio tornare a sentirmi ingabbiata in un piacere trasformato in dovere. Perché qui, tra una cosa e l’altra, il giorno si confonde con la notte e tutto rotola via troppo velocemente. Ma ho inaugurato quella che spero essere una lunga stagione di cene condivise, seppur siano sempre meno le serate da poter dedicare a questo piacere. Così, appurato che la nuova casa ben si presta ad accogliere amici, io ritrovo il gusto di fare assaggiare la mia cucina alternativa e di vedere le espressioni stupite dei commensali. Come è successo per queste sfoglie, proposte già in versione riso nero. Diciamo che si tratta della terza variante, preceduta da una “rossa” documentata solo da una foto su Instagram, in cui la bontà del riso è condizione necessaria per la buona riuscita e il mix di profumo e sapore non richiede aggiunte particolari. Così, in tutta semplicità, vi lascio sgranocchiare questi crackers, in perfetto stile salutista. Gluten free, vegano, gustoso, leggero, sfizioso. Cos’altro poter desiderare?

Ingredienti

275 g di riso a grana lunga profumato (per me Zaccaria)
100 g di pesto di carota
20 g di semi di girasole
20 g di semi di zucca
20 g di semi di sesamo
15 g di semi di papavero
curcuma
paprika dolce
zenzero
sale rosa

Cuocete il riso in circa 550 g di acqua, leggermente salata fino a quando sarà completamente assorbita. Fate intiepidire il riso, quindi frullatelo, insieme al pesto di foglie di carota, creando una crema omogenea.
Insaporitelo con curcuma, paprika e zenzero a piacere, correggetelo di sale se necessario e mescolate bene per amalgamare perfettamente i gusti.
Aggiungete i quattro tipi di semi e lavorate il composto fino ad incorporarli all’impasto. Foderate con carta forno la leccarda e versate circa la metà dell’impasto.
Standetela, aiutandovi con una spatola, fino ad ottenere uno strato molto sottile.
Cuocete a 180°, con funzione ventilata, per circa 20 minuti, o comunque per il tempo necessario affinché diventi una sfoglia croccante e asciutta. Potrebbe essere necessario aprire un paio di volte lo sportello del forno per fare uscire il vapore e velocizzare la cottura.
Sfornate e trasferite la sfoglia su una griglia. Lasciatela raffreddare. Nel frattempo procedete con la cottura del rimanente impasto.

Quando la sfoglia sarà fredda, spezzettatela con le mani in crackers della misura gradita.
Conservate le sfoglie in un barattolo di vetro o in una scatola di latta. Rimarranno croccanti e fragranti per diversi giorni. Che vuol dire almeno una decina ^_^

E ora divertitevi: a tavola per accompagnare il pasto, come spuntino, farcito con salse e creme, addolcito da marmellate….. Non c’è limite alla fantasia!! In ogni caso vi coccolerete e vi prenderete cura del vostro benessere.


E resistere sarà davvero impossibile!!


  1. Fr@

    Le tue proposte sono sempre interessanti. Tanti spunti da prendere.

    12 settembre

  2. Quanto mi sei mancata? Tesoro, il blog deve essere una gioia e un piacere, non un dovere. Già siamo costretti per necessità a lavorare, magari anche oltre le solite otto ore al giorno. Che almeno i nostri blog siano una valvola di sfogo e di piacere. Ottimi davvero questi crakers. Sai che io, pur essendo molto attenta al home-made e alla stagionalità dei prodotti, sono meno brava di te ma questi ritengo mi piacerebbero molto. Buona settimana tesoro mio

    12 settembre

    • Ma tu sai farti sentire vicina anche a distanza ^_^
      Mia dolcissima Terry, io so quanto tu sia attenta e brava. Ma fossimo tutti ispirati in un unico senso…. sai che noia?!?!?!? Pensa mettere insieme le nostre forze, che…. forza!! 😀
      Ti adoro, grazie di cuore.

      13 settembre

  3. Ciao tesoro, condivido a pieno il tuo vivere e tutto ciò che riesci a trasmettere anche senza ricetta! ti adoro … e lo sai! Sai che proprio l'altro giorno Greta mi ha chiesto di preparare i crackers…. prendo spunto, hanno un aspetto fantastico e poi sono senza glutine, perfetti per la mia intolleranza! un abbraccio da tutta la ciurma!

    12 settembre

    • Infatti Manu, senza glutine, che ormai anche io faccio attenzione!! E si possono gustare meravigliosi sapori anche con questi accorgimenti.
      Grazie mamma dolce. Vi seguo sempre e, lo ricorderai, ni abbiamo un sogno ^_^
      Un abbraccio forte.

      13 settembre

  4. Mi ispirano molto questi crackers. Brava!

    12 settembre

  5. La vorrei assaggiare anche io la tua cucina alternativa.. Sembrano proprio buoni.. oltre che originli.. baci e buon lunedì :-*

    12 settembre

    • Se noi fossimo vicine di casa, tra cucina, viaggi, Ughino e Ughetto (e adesso anche il riccio)…. sai che spasso? Ahahahahahahahah

      13 settembre

  6. Bentornata dolce Erica! Anche se in realtà, ci sei sempre stata, grazie alle tue foto meravigliose su Instagram! Sul blog sei tornata alla grande, con questo cracker interessantissimi, sani ed originali 🙂 sai che siamo in sintonia?! Anche io oggi vado di cracker, ma i tuoi sono ancora più speciali dei miei, penso proprio che li proverò presto 🙂 un abbraccio cara!

    12 settembre

    • Li ho visti, i tuoi!!!! Intrgantissimi. Li provai anche io, tempo fa, dei biscotti al pomodoro. Ci misi l'origano, per un sapore "pizzaiolo" e mi piacquero davvero tanto ^_^
      Bella sei. Non ti mollo mai, per nulla al mondo ^_^

      13 settembre

  7. Un vera meraviglia 🙂

    12 settembre

  8. ..come vorrei essere in quella cerchia di amici-assaggiatori..sono certa che dovresti mettermi una brandina in salotto perchè non me ne andrei più 🙂
    A presto dolcissima amica <3<3<3 il tempo è prezioso e fai bene ad utilizzarlo come senti giusto!

    12 settembre

    • Ci sono persone che sono sempre con me, anche se in realtà non sono vicine, anche se probabilmente neanche le ho mai incontrate. Ci sono e basta. Con il pensiero, con immagini, per una sintonia che va oltre la razionalità del quotidiano. Ecco, tu sei una di queste persone. Fossimo vicine di casa ci divertiremmo ad organizzare cene e serate, lo so!! ^_^
      Grazie dolcezza, ti penso.

      13 settembre

  9. capisco perfettamente la tua difficoltà a stabilire una regolarita, perché la vivo in prima persona! Ma d'altronde, guai se un piacere inizia a diventare un dovere, perché significa che ha già perso il suo fascino e mi pare che noi questo lo sappiamo bene!! Nel tuo caso comunque la mancanza di regolarità è ampiamente compensata dalla qualità delle tue proposte. Mai banali, mai scontate e soprattutto…da acquolina in bocca come questi cracker sui quali saprei già cosa spalmare!! 🙂

    12 settembre

    • Sono assolutamente certa che sapresti come valorizzare al meglio queste cialdine. Tu sei la regina del sano e del buono. Credo che l'incontro delle nostre passioni e delle nostre "vocazioni" potrebbe far tremare la Terra 😀
      Ti abbraccio forte Francesca. Grazie per esserci.

      13 settembre

  10. Ma quante ne sai?? Davvero sono estasiata, queste sfoglie devono essere croccanti e deliziose da non smettere mai di mangiarle!! E poi sono anche alla mia portata, grazie Erica, questa ricetta preziosa la voglio davvero provare, se non trovo i ciuffi di carote farò un pesto con qualche altra erba!!! Un bacione cara, e comunque si, il blog è un piacere e se diventa una gabbia anche lui non va bene!!
    Ti abbraccio strettissima!!!

    12 settembre

    • Ma non solo….. la gabbia è tutto l'insieme. Riesco solo a leggere libri, non sono neanche riuscita a passare da te a leggere delle tue vacanze e delle meraviglie che hai da raccontarci. Ho visto le tue foto e mi sono riempita occhi e cuore. Ma ho una "stanchezza remota" che mi paralizza 🙁
      Grazie Silvietta dolce. Hai ragione…. non ti fermi più: inizi a sgranocchiare e le finisci, ahahahahahahah.
      Un bacio grande grande.

      13 settembre

  11. Ultimamente tra noi socie si parlava proprio di questo, lasciare che il blog non diventi qualcosa che ci va stretto e si perda il piacere di condividere. Tornando alle tue guatose sfoglie conto di provare le tre varianti in contemporanea, dato che ho la fortuna di avere tre tipi di riso di ottima qualità. Certo, le foglie di carota sarà difficile trovarle ma ci proverò. ^_^
    Un abbraccio :*

    13 settembre

    • Ma al posto delle foglie di carota potrai provare altro. O un semplicissimo pesto di basilico, o magari di sedano. Ma non hai certo bisogno di suggerimenti ^_^ Hai la bravura, dalla tua, e i tre ingredienti fondamentali ^_^
      Ti adoro Silvia. Grazie di cuore. Sai quanto tu riesca a farmi sorridere.

      13 settembre

  12. Dolce Erica 💖

    13 settembre

  13. …e a me piaci così…quando ci sei comunque dai sempre bellissime ed alternative idee!!!

    13 settembre

  14. Adoro la tua gestione del tempo e adoro questa proposta unica e intrigante! Bacio grande amica :*

    13 settembre

    • Eh Leti, cosa non si fa per affrontare tanta stanchezza ^_^ I risvegli lenti, il tempo per le coccole, il buon cibo corroborante….
      Ti abbraccio forte tesorina. Grazie di cuore.

      14 settembre

  15. erica non è facile conciliare tutto ed essere sempre presente te lo dice una donna con una pizzeria ( io sono la pizzaiola ) tre figli un marito e un cane o.0…
    suoerati gli anta da poco non ho più quell'energia di prima ho cambiato veste al blog con la promessa che avrei caricato le 700 ricette del vecchio blog …promessa non mantenuta ,che sarei stata più presente dalla mie amiche blog altra promessa non mantenuta…
    ma appena posso passo e mi vengo a fare gli occhi anche da te
    ottimi crackers li adoro solo a vederli
    un bacione

    14 settembre

    • Sei un tesoro. Mi dai una carica importante. Ho proprio bisogno di recuperare un po' di quelle energie perse per l'implacabile procedere dell'esistenza, con il suo disegno du di me e su tutto il resto. Ma cerco di far muovere comunque tutto dalla passione, questo sì.
      Grazie di cuore, ti abbraccio forte. E coraggio, che di donne come te ce ne vorrebbero di più ^_^

      14 settembre

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INSTAGRAM FEED

Follow on Instagram